GrINbiblioteca: i libri di aprile - Gruppo di Riabilitazione Neurologica
BLOG NEW

WHAT'S NEW IN MEDICALPRO

GrINbiblioteca_GRiN

GrINbiblioteca: i libri di aprile

By : on : 30 giugno 2017 commenti : (0)

Qualche tempo fa vi abbiamo presentato GrINbiblioteca, la rubrica della Dott.ssa Francesca Petrini che vi offre degli spunti di riflessione e insieme la possibilità di capire attraverso le storie di chi ci è già passato, di chi è riuscito a trovare il modo di gestire e superare quel trauma o di imparare a convivere con quella malattia.

Nel mese appena trascorso sulla nostra pagina Facebook vi abbiamo presentato due libri che vi riproponiamo anche qui. Buona lettura!

 

Ogni giorno vale una vita – Lucilla Bossi

ogni giorno vale una vita_bossi

“Ogni giorno vale una vita” di Lucilla Bossi: una storia di coraggio e determinazione. La vita di una donna che, a soli 39 anni, riceve la diagnosi di Parkinson idiopatico giovanile. Lucilla, con un passato da ballerina della Scala di Milano, racconta le sue paure di fronte a una malattia che ha infranto i suoi sogni e che ha “trasformato il suo futuro in un buco nero”; ma racconta anche la sua grinta e la sua speranza sempre viva che le hanno permesso di non perdere mai la voglia di vivere e di guardare all’orizzonte con un atteggiamento positivo, nonostante tutto.

Il libro offre anche uno spunto di riflessione su una società basata sull’apparire e che induce tacitamente a considerare la persona malata come “diversa” e la spoglia della sua identità: «Ma ecco che basta rivelare una diversità che superi una certa soglia, che si cada fuori dal cerchio magico della nostra tribù, che diventiamo dei diversi e i nostri simili non ci riconoscono più».

 

 

Ogni volta che chiudo gli occhi – Antonio Tessitore

ogni volta che chiudo gli occhi

“Ogni volta che chiudo gli occhi” di Antonio Tessitore. Lo spirito forte di un leone e il sogno di saltare fuori dalla gabbia di una malattia che in modo progressivo paralizza il corpo e, con lui, anche sogni e fantasie. Sono solo tre lettere, SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), e come dice l’autore del libro, non sono una diagnosi ma una “sentenza”.

Antonio Tessitore, all’età di 26 anni, scopre di essere affetto dalla SLA e racconta, in modo incisivo ed efficace, come è cambiata da quel momento la sua vita. Una difficile lotta quotidiana per continuare a sognare, una continua ricerca di se stesso e della forza per reagire.

Questo libro ci parla anche di CHI c’è dietro quel corpo paralizzato: un bambino determinato che desidera sconfiggere la violenza; un ragazzo orgoglioso e testardo, con grandi obiettivi e custode geloso della sua libertà; un adulto brillante, che vive intense emozioni, che ama. Dietro a quella sigla di tre lettere c’è la storia di un uomo.

Antonio oggi non cammina più. Non parla più. Comunica attraverso un computer che traduce i movimenti oculari, ma continua a essere testimone di un’incredibile forza che lo porta a lottare perché a tutti i malati di SLA sia riconosciuto il diritto di una vita dignitosa.

 

 

 


I libri sono maestri silenziosi (proverbio ungherese).

 

 

Buona lettura!

mr_administrator

Author

Leggi Tutto